loader
  • La compagnia nippo-svedese ASTAREAL che fa capo al gruppo Fuji Chemicals si è vista clamorosamente respingere la richiesta d'approvazione come novel food dei suoi prodotti contenenti astaxantina naturale da Haematococcus pluvialis. Nello specifico si trattava di ASTAREAL    A1010 polvere (5-5,6 %), ASTAREAL L10 olio (10-12 %) e olio incapsulato (2,5-2,7 %) proposti per la formulazione di prodotti caseari liquidi fermentati e non, alimenti liquidi di soja fermentata e succhi di frutta, ad una concentrazione massima di astaxantina dell'1,6 %. Il panel NDA, pur riconoscendo che l'astaxantina è un ingrediente non svantaggioso per la salute umana, pur acquisendo gli studi di tossicità prodotti dall'ASTAREAL che dimostrano come essa non sia genotossica, né ponga problemi di sicurezza nell'assunzione di dosi comprese tra 2 e 40 mg/die per periodi variabili da 10 giorni a 3 mesi, ha respinto la richiesta dell'applicante motivando il diniego con considerazioni legate a un differente calcolo dell'ADI (Acceptable Daily Intake). Basandosi sull'European Food Consumption Database (EFCD) i tecnici EFSA hanno stimato che il consumo medio  (0,106 mg/Kg peso corporeo) e massimo ( 0,256 mg/Kg peso corporeo) previsto per il novel food assunto alle dosi consigliate (4 mg/die) eccede l'ADI indicato nell'EFCD di 0,034 mg/Kg peso corporeo. Per questa ragione, mancando dati di sicurezza a lungo termine a dosi superiori all'ADI la richiesta è stata respinta. Ci permettiamo di giudicare l'opinione EFSA quanto meno affrettata, alla luce dell'enorme mole di dati a supporto della sicurezza dell'astaxantina, in gran parte approvati e acquisiti dallo stesso panel. Siamo fiduciosi che in seconda battuta  possa essere modificata favorevolmente. Semaforo rosso anche per la beta-alanina per la quale è stato bloccato il claim come ingrediente che aumenta la performance nelle prestazioni atletiche di breve durata e alta intensità. I 14 studi clinici presentati dall'applicante non sono stati ritenuti adeguati a suffragare l'indicazione, anche qui non senza destare perplessità soprattutto per il metodo. Per esempio sette studi sono stati scartati perchè a detta degli esperti il parametro d'efficacia considerato non era la performance ma la capacità fisica che sono ritenute due cose diverse.

    TORNA ALLE NEWS