loader
  • Estratti etanolici e acetonici del pericarpo di Garcinia mangostana sono stati titolati in alfa-mangostina, tannini e polifenoli totali quindi testati in vitro per la potenziale azione anti-batterica nei confronti di alcuni patogeni del cavo orale valutandone la MIC (Minima Concentrazione Inibente) e la MBC (Minima Concentrazione Battericida). Usando i due diversi solventi gli estratti finali hanno una composizione diversa: quello alcolico contiene quantità molto maggiori di alfa-mangostina e polifenoli totali mentre i tannini si solubilizzano di più nell'acetone. La potenza antibatterica del primo è risultata superiore con valori sensibilmente più bassi delle MIC ed MBC; questo dato è molto interessante per future applicazioni nel campo dell'igiene orale, anche perché l'estratto più attivo è quello ottenuto da un solvente, l'etanolo, le cui eventuali tracce residue sono certamente poco tossiche. Nei prodotti per la cura della bocca, inoltre, la Garcinia mangostana potrebbe coniugare l'azione antibatterica con quella anti-infiammatoria e anti-ossidante, queste ultime anch'esse molto pronunciate. Samprasit T et al. (2014) “Antibacterial activity of Garcina mangostana extracts on oral pathogens”. Minerva Stomatol. 2014; 63 (7-8): 249-57.

    TORNA ALLE NEWS